BOTTEGHE E TERRENI

All'Erario, oltre alle abitazioni, il vostro personaggio ha la possibilità di acquistare Botteghe e Terreni.

Una volta acquistati, questi beni creeranno oggetti per il proprietario. Questi oggetti saranno messi - a scadenze predeterminate (ogni 10, 14 o 30 giorni) - nell’Inventario del Personaggio che sarà a quel punto libero di venderli ad altri cittadini (guadagnando bene) o di ridarli alla Signoria ed ai suoi Mercati (guadagnando ovviamente una quantità di Mori inferiore). Ogni mese la Signoria, tramite la sua Banca, preleverà dalle casse del proprietario una tassa di possesso.

Funzionamento

Terreni
I Terreni vengono solitamente venduti già completi di oggetti preimpostati. Vi basterà acquistare il terreno che desiderate e questo inizierà a produrre oggetti a partire dalla prima scadenza. Non è possibile personalizzare gli oggetti generati in questo modo, a meno che la descrizione del Terreno stesso in Erario non vi informi del contrario. In questo secondo caso, gli oggetti che il Terreno produrrà potranno essere stabiliti dal proprietario insieme alla Gestione così come descritto qui di seguito nella parte dedicata alle Botteghe.

Botteghe
A differenza dei Terreni, le Botteghe vengono vendute per lo più "neutre", ossia ancora prive di oggetti ad esse collegati. Dalla loro descrizione in Erario potrete capire a grandi linee il tipo di produzione e la quantità massima di oggetti diversi tra loro che potranno essere generati. La vostra Bottega potrebbe produrre ad esempio quattro diversi vestiti, ma nella quantità di due pezzi per ciascuno.
Una volta acquistata una Bottega dovrete aprire un 3d in "Scrivi alla Gestione" [Menù OFF - linguetta verde] dove potrete proporre gli oggetti che la vostra Bottega produrrà, definendo insieme alla Gestione nomi, caratteristiche, descrizioni, etc.
Quando gli oggetti saranno stati creati, verranno legati alla vostra Bottega che, a quel punto, inizierà a produrli a partire dalla prima scadenza. Al contempo, basandosi sulla quantità degli oggetti prodotti e sul valore di questi, verrà elaborata la tassa di possesso.
E' inoltre possibile, oltre che consigliabile, dare un nome anche alla Bottega così da personalizzare fino in fondo l'esperienza di gioco.

Tassa di possesso e guadagno

Ipoteticamente, anche solo rivendendo direttamente alla Signoria (ai suoi Mercati) gli oggetti prodotti dalle Botteghe e dai Terreni, il proprietario sarà in grado di sostenere le spese che gli vengono richieste mensilmente e di averne inoltre un certo ritorno economico. E’ sottinteso che il guadagno "massimo" arriverà solo nel momento in cui il proprietario riuscirà a rivendere i propri prodotti ad altri cittadini.
Laddove infatti un oggetto ha un valore di 2.000 Mori, il Mercato pagherà la metà, quindi 1.000 Mori, ma lo stesso oggetto potrebbe essere rivenduto ad un altro Personaggio per 1.500 Mori facendo guadagnare maggiormente il Personaggio proprietario del Terreno o della Bottega e concedendo al contempo uno sconto al Personaggio cliente.